Cerca Comune »
       
domenica 20 ottobre 2019
 Cerca in Comuniverso  
Notizie

Ricerca Cittalia sulla partecipazione al voto dei cittadini comunitari
       
martedì 09 ottobre 2012

Dalla ricerca Cittalia-Anci “I cittadini comunitari e la partecipazione al voto” che prende in esame tredici città capoluogo (tra cui Torino, Genova, Bologna e Firenze), emerge che solo l’8 per cento degli stranieri provenienti da paesi Ue che vivono in Italia sono iscritti nelle liste elettorali e possono esercitare il diritto di voto.

 Lo studio fa parte del più ampio rapporto, realizzato in collaborazione con Anusca, “Gli stranieri residenti e la partecipazione al diritto di cittadinanza e di voto” che è stato presentato il 5 ottobre.

Sul fronte della partecipazione al voto, la ricerca Cittalia-Anci evidenzia particolare interesse degli stranieri verso le elezioni amministrative più che sulle Europee. Ad Asti, Firenze, Forlì, Padova e Reggio Emilia nove iscritti stranieri su dieci alle liste elettorali possono eleggere sindaco e consiglio comunale, mentre a Torino e Genova sono in maggioranza i cittadini comunitari iscritti alle liste aggiunte per le elezioni europee.

La ricerca mette in luce anche il maggiore interesse degli uomini per il voto alle amministrative, con l’81 per cento contro il 79 per cento delle donne, mentre queste ultime rappresentano la maggioranza delle iscritte nelle liste elettorali per le Europee, con il 59 per cento del totale rispetto al 46 per cento degli uomini.

I dati del rapporto evidenziano la necessità di un’azione più decisa per la promozione del diritto di voto ai residenti comunitari che l’Italia ha introdotto per prima in Europa con il recepimento della direttiva per l’estensione di questo diritto ai cittadini Ue già nel 1996.

Fonte Cittalia: per maggiori info clicca qui

I cittadini comunitari e la partecipazione al voto (pdf)

Archivio
Comuniverso®.it
è un'iniziativa


Copyright© 2019
Ancitel S.p.A. in liquidazione