Cerca Comune »
       
domenica 20 ottobre 2019
 Cerca in Comuniverso  
Notizie

Città metropolitana di Cagliari: il consiglio metropolitano ha iniziato ad operare
       
giovedì 21 aprile 2016

La città metropolitana di Cagliari era già una delle iniziali quindici aree metropolitane italiane previste dalla Legge n. 142 dell'8 giugno 1990.

La sua attuazione e delimitazione ai sensi dell'art. 17 della stessa legge sarebbe dovuta avvenire da parte della Regione Autonoma. La riforma costituzionale del 2001 aveva previsto che l'area metropolitana una volta delimitata potesse assumere la denominazione di città metropolitana e acquisire le funzioni della provincia.

La legge del 7 aprile 2014 n.56 ha approvato in via definitiva l'istituzione delle città metropolitane, ridefinendo l'intero sistema delle province italiane.

Il provvedimento ha individuato nelle regioni ordinarie dieci città metropolitane:

Roma, Milano, Napoli, Torino, Bari, Firenze, Bologna, Genova, Venezia, Reggio Calabria.

In queste città metropolitane, il territorio coincide con quello della provincia omonima. Sono stati altresì previsti procedimenti ordinari per il passaggio di singoli comuni da una provincia limitrofa alla città metropolitana (o viceversa).  ll 30 settembre 2014 si sono svolte le elezioni dei Consigli metropolitani, indette dai Sindaci dei Comuni capoluogo e si sono insediati i Consigli metropolitani.

Il 1° gennaio 2015 le prime dieci Città metropolitane sono dunque subentrate alle province omonime.

Altre quattro città metropolitane sono state invece individuate dalle Regioni a statuto speciale (Cagliari, Catania, Messina, Palermo).

Nella regione Sardegna, la Città Metropolitana di Cagliari, guidata dal Sindaco del capoluogo di regione, è stata istituita a seguito dell'approvazione della riforma regionale degli Enti locali, la quale ha pure soppresso definitivamente le nuove province istituite nel 2001 (Olbia-Tempio, Ogliastra, Medio Campidano e Carbonia-Iglesias).

Il nuovo ente locale "Città Metropolitana di Cagliari" non comprenderà tutti i 71 Comuni della provincia di Cagliari, ma solo 17 Comuni considerati parte integrante dell'area metropolitana.

In Sardegna, restano dunque in vita le province "storiche" di Sassari, Nuoro e Oristano, previste dallo statuto speciale regionale, mentre i 54 Comuni della restante parte della provincia di Cagliari, insieme ai Comuni delle ex province del Medio Campidano e di Carbonia-Iglesias saranno aggregati nella nuova Provincia del Sud Sardegna, suddividendo di fatto l'isola in 5 ambiti territoriali: quattro Province più una Città Metropolitana.

Nel marzo 2016 il Sindaco metropolitano Massimo Zedda si è insediato a palazzo regio (sede dell'ente), il successivo 3 aprile si sono tenute le prime elezioni a suffraggio ristretto che hanno designato i membri del primo consiglio metropolitano. L'11 aprile si è svolta la prima seduta del Consiglio della Città Metropolitana di Cagliari.

I 17 comuni inseriti nella città metropolitana di Cagliari sono i seguenti:  

Cagliari, Assemini, Capoterra, Decimomannu, Elmas, Maracalagonis, Monserrato, Pula, Quartu Sant'Elena, Quartucciu, Sarroch,  Selargius, Sestu, Settimo San Pietro, Sinnai, Villa San Pietro, Uta.

La popolazione complessiva residente nell'Area metropolitana di Cagliari è di 431 302 abitanti (2015) e la sua superficie è di 1 248 km².

Fonte: Regione Autonoma della Sardegna

Archivio
Comuniverso®.it
è un'iniziativa


Copyright© 2019
Ancitel S.p.A. in liquidazione