Cerca Comune »
       
sabato 23 settembre 2017
Amministrative: nuovi Sindaci eletti nel 2017
Mini biografie di sindaci

Filippo Andrea Doria Pamphili (1886-1958)
       
lunedì 28 novembre 2011

Filippo Andrea Doria Pamphili (1886-1958), nacque a Roma  il 1° Marzo del 1886 in una delle principali famiglie della nobiltà romana, figlio del principe Alfonso e dell'inglese Emily Pelham Clinton dei Duchi di Newcastle. Si sposò con l'inglese Gesine Dykes. Fu tra i più noti esponenti dell'antifascismo romano, sorvegliato di polizia sin dalla metà degli anni trenta, per i suoi contatti con gli ambienti politici e e diplomatici britannici e americani, oltre che per i suoi contatti con don Minozzi e con l'antifacista liberale Ugo Zanotti Bianco.

Nell'estate del 1940 fu inviato al confino su ordine diretto di Mussolini. Dopo il 25 Luglio del 1943 rientrò di nascosto a Roma e fu presidente di un comitato pro vittime politiche, attivandosi per il rilascio, tra gli altri, di Luchino Visconti e Renato Guttuso.

Il 10 giugno del 1944, pochi giorni dopo la liberazione di Roma, fu designato sindaco della Capitale, con l'appoggio delle forze politiche del CNL, e contestualmente divenne anche il primo presidente dell’ANCI dell’Italia Repubblicana.

Terminò il suo mandato di sindaco nel novembre 1946 per tornare alla vita privata e dedicarsi alle sue opere di assistenza a favore dei più indigenti.
Filippo Andrea Doria Pamphili fu considerato il sindaco della “transizione democratica” in un periodo storico particolarmente delicato che vedrà il consolidamento dell’Italia Repubblicana. Rimangono di lui i ricordi sull’opera di protezione della città durante il conflitto, lo spirito di riconciliazione, dichiarato il 12 luglio 1944 nella visita al pontefice Pio XII.
Doria Pamphili si ritrovò ad affrontare l'enorme gravità dei problemi del dopoguerra, dagli sfollati alla disoccupazione, alla fame, riuscendo comunque a fronteggiare la situazione varando un programma di lavori pubblici e allestendo un ufficio specifico per gli sfollati, con l'attuazione urgente di tutte le misure necessarie per fronteggiare la difficile situazione del dopoguerra. 

A lui si deve l’apertura del primo congresso di rifondazione dell’ANCI, autore di una proposta di statuto ricalcata su quella dell’età liberale. Il sindaco Doria Pamphili venne eletto alla testa del comitato esecutivo dell’ANCI composto dal cattolico democratico A. Guerra e dal comunista G. Turchi.

Filippo Andrea Doria Pamphili si spense nella sua città natale il 3 Febbraio del 1958.
 

Fonti:

O.Gaspari/R.Forlenza/S.Cruciani, Storie di Sindaci per la storia d'Italia (1889-2000), Donzelli editore, Roma 2009

Wikipedia.org

Archivio
Comuniverso®.it
è un'iniziativa


Copyright© 2017 Ancitel S.p.A.